12 agosto 2012

la bellezza dell'incompiuto (- 8wk to LHM)

è dai fasti della maratona olimpica che dunque si riparte, a dispetto di tutto e con rinnovata determinazione: niente di meglio che una bella seduta di saliscendi in pineta, di quelle che poi devi fare i conti coi femorali, ormai tenuti a bada solo da massaggi e stretching; ma se le gambe un poco stentano, la testa s'impone di restare salda...

non sono bravo a gestire certe emozioni, divento persino più taciturno e irritabile del solito; vedere la mia piccola lottare contro il male, consumarsi/spegnersi giorno dopo giorno — ti scoppia il cuore! occhi profondissimi e smarriti che mi trovano senza risposte, così vulnerabile, impreparato, che infiammano il senso d'impotenza e la frustrazione....

per quanto assurdo, quasi smetti di percepire lo scorrere del tempo, testimone neutrale a cui non resta che affidarsi con fiducia, sperando ti sappia poi suggerire il momento giusto per staccare la spina; lasciare andare e rassegnarsi sembra impossibile eppur si deve: c'è tanto dolore quando ti mancano ancora certi tasselli per distinguere la completezza del quadro....

21 commenti:

Anonimo ha detto...

Posso condividerlo con te?
Vuoi?

Il solletico. Mi pare di sentire ancora il solletico.
Il modo discreto con cui si strusciò più volte sulle mie gambe, lei lo fece sembrare quasi un gesto casuale.
Abbassai lo sguardo per osservarla, la sua apparente indifferenza mi suscitò un sorriso.
Capì come conquistarmi :-)
Il solletico di Luna è un ricordo tra i tanti perfetti dei miei giorni a Roma.

In cambio di un ricordo per la vita, una piccola canzone.
Per te, Luna :-)


Moonchild - King Crimson


Chiamatela Figlia della Luna

che danza nelle acque poco profonde di un fiume

adorabile Figlia della Luna

che sogna all'ombra

di un salice


Parla agli alberi

della strana ragnatela

dorme sui gradini di una fontana

dirige con bacchette d'argento

la canzone degli uccelli notturni

attende il sole sulla montagna


E' una Figlia della Luna

che raccoglie i fiori in un giardino

adorabile Figlia della Luna

che va alla deriva negli echi delle ore


naviga nel vento

in un candido vestito

lascia cadere pietre tonde su una meridiana

gioca a nascondino

coi fantasmi dell'alba

aspetta un sorriso da un Figlio del Sole

Anonimo ha detto...

Scusa, la firma,

Francesca

emiliano ha detto...

rimanendo in tema......Luna faceva parte del quadro,ma c'è ancora posto per dipingere!
Ciao yo.

theyogi ha detto...

ti avrei cmq riconosciuto.... :) bellissima ballata, molto evocativa... bau!

theyogi ha detto...

emi, lei ne farà parte per sempre, altre figure verranno ma nessuna potrà prendere il suo posto.....

Black Knight ha detto...

Non ho parole per commentare il dolore per la piccola che sta piano piano cercando un nuovo posto dove correre felice e spensierata.

percefal ha detto...

FORZA FORZA FORZA!

giovanni56 ha detto...

Non lo so, ma suppongo che il loro livello di sofferenza fisica sia molto diverso dal nostro; loro non danno mai a vedere di soffrire, si di star male, si di essere "distrutti", ma mai un lamento. La "sofferenza" di vederli in quelle condizioni è più nostra. Anch'io una volta ho "staccato la spina", ma non so se lo rifarei, è stata una fase TROPPO dura. Un abbraccio, a tutti e due.

theyogi ha detto...

sicuramente giovà, ma non sempre: lasciarla agonizzare sino alla fine non sarebbe un gesto d'amore, ma d'egoismo — secondo me....

Tosto ha detto...

Non saprei cosa consigliarti, anche se io saprei cosa fare. Ma che vita è per un essere umano malato terminale, incapace, inerme, ... sapendo poi che la fine è imminente? per un animale come il cane così sensibile secondo me è lo stesso, anche se forse non hanno coscienza della morte.

theyogi ha detto...

ce l'hanno gianlù, ce l'hanno, così come hanno dignità da vendere — lei si fida di me, spero di essere all'altezza....

Tosto ha detto...

già!

giovanni56 ha detto...

I dubbi sono tanti, pari all'attaccamento che si ha; in qualsiasi momento tu farai la scelta lei lo capirà e ti ringrazierà. Ti sto scrivendo bagnando la tastiera, rivivo i momenti che ho passato.

Black Knight ha detto...

Scusa se esprimo un parere. So che non dovrei. Lascia che si addormenti da sola dove è sempre vissuta felice. Non accompagnarla da nessuna parte perché lei capirebbe cosa stai facendo e a quel punto non dimenticheresti mai più il suo sguardo. Te lo dice uno che ci è passato e che non ha mai preso l'estrema decisione. Anche io sto bagnando la tastiera nel ricordo del mio dolcissimo Ventomaria ora in cielo e al pensiero della tua cagnolona.

theyogi ha detto...

magari s'addormentasse stanotte, sotto il mio letto.... e non penso al mio dolore, ma al suo ed a quanto se ne risparmierebbe.... ma è tenace, lo capisco da tanti piccoli segnali, si trascinerebbe sino all'agonia.... spero di fare la cosa giusta al momento giusto, anche se dovessi pagare un prezzo altissimo.... lei è la sola cosa che conta..... grazie stè....

Oliver ha detto...

Difficile, difficile. Non ho mai capito se serve dare un senso, collocare il colore nel quadro al suo posto preciso. Non so. Me lo sono chiesto tante volte vedendo l'Alzheimer mangiarsi mio padre (conosci bene la cosa no?), ma il discorso vale ogni qual volta arriva il momento di perdere qualcuno di caro, di profondamente caro.
Luna te la porterai dietro per sempre, in tante immagini, ricordi e qualche lacrima. Al resto prima o poi si deve rinunciare, purtroppo. Un abbraccio

theyogi ha detto...

si olly, conosco.... pare che solo alla fine tutto avrà un senso, ed io ci credo davvero... grazie per la tua sensibilità....

Mauro Battello ha detto...

le risposte solo noi possiamo trovarle, nessuno ci dirà mai il perchè.. ma a tutto c'è un motivo se vogliamo trovarlo!!!
daje marche'

Anonimo ha detto...

Era tanto che non venivo a correre in pineta la Domenica mattina. Ho rivisto molte facce "podistiche" conosciute e quando ho visto anche te, subito dopo il saluto e l'abbraccio, la domanda è stata sempre la stessa ... Luna? Non posso dimenticare il tuo sguardo con il qual mi hai detto tutto quello che avresti voluto raccontarmi ma allontanandoti non lo hai fatto ... Scusami Marco. Non ho saputo e voluto trattenerti ... non era quello il momento giusto. Quanti ricordi che mi sono passati per la testa ... Luna correrà sempre al fianco del nostro passeggino con sopra Filippo e Lara che la chiamano e l'accarezzano. Marco io non penso che tutto possa finire qui. Sarebbe una grossa sola. Lei ha meritato un premio DIVITA migliore. Vi riconoscerete di nuovo più in là. Un sincero e commosso abbraccio a tutti e due da Manolo, Romina, Filippo e Lara.

theyogi ha detto...

mai avuto dubbi maurè: nulla accade per caso, ma certe volte ricordarselo è davvero difficile....

theyogi ha detto...

manolo, un piacere rivederti in pineta e addirittura in visita sul mio blog — confesso di essere particolarmente vulnerabile in questo momento, parlare di Luna mi emoziona sino alle lacrime, ecco tutto.... sono tante le testimonianze d'affetto che mi/ci stanno arrivando, e tutte riecheggiano la stessa convinzione: 'lei ti aspetterà al traguardo'..... un salutone a tutti voi.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

articoli recenti