21 gennaio 2011

Hépou moi (seguimi)

un incontro predestinato!, solo così si spiega l'alchimia che alimenta uno scambio epistolare nato per sfida e continuato per necessità; almeno questa è la percezione che ne ricavo, tanto bene riescono gli autori a restituirci (malgrado loro, mi viene da dire teneramente) alcune delle molteplici sfaccettature della nostra anima ramenga.... forse questo è il segreto che ci tiene avvinghiati alle loro vicende, come in un thriller psicologico!

giocando sull'invenzione dei loro alter-ego di moderni greci (da cui il titolo), i protagonisti trovano così il pretesto e la voglia di confrontarsi sul viscido terreno della memoria; a momenti sembrano detestarsi eppure continuano a cercarsi, all'infinito, riflettendosi nell'interlocutore come in un gioco di specchi posti uno di fronte all'altro, alla scoperta della loro natura più intima e inesplorata... e come tutti i thriller che si rispettano anche il finale ci riserva il colpo di scena (che non svelerò), degno approdo di un viaggio intenso e tumultuoso....

«Capisci allora, amico mio, come questo nostro parlare sia parte in fondo di un disegno più grande, è la spunta più cara alla mia lista delle tante cose da fare.»

[click sul titolo per approfondire]

14 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Non ce lo sveli perchè non l'hai capito :D
Se beccamo mercoledì

Fatdaddy ha detto...

Sei sempre un passo avanti.
Ed io uno indietro, in perfetta compensazione statistica.

Adriano Maini ha detto...

Affascinante, per me, il gioco della memoria!

Paolo "Cibulo" ha detto...

mi ci ritrovo, nella lista delle tante cose da fare :)

arirun ha detto...

"..la nostra anima ramenga.."Mi manca la chiave di lettura qua in Romagna ho sentito spesso"..ma vai a ramengo.."ma non è una bella cosa :))
P.S:con tutto questo leggere gli affari con te li fanno gli oculisti,per gli ortopedici rimangono solo le briciole

Giorgio ha detto...

Buon fine settimana Marco!

Natalia ha detto...

A leggere questo post Yogi, mi pare di legger Alberto Bevilacqua...e cioe' tante parole che non capisco....che e' quest' "anima ramenga" che ha fatto cosi' tanto colpo?
Cmq, ho preso diversi libri (amo Camilleri), per cui, spero che capiro' meglio in futuro :-)
Ma hai scritto un bel review del libro...insomma, pare che ci li' consgli.....

theyogi ha detto...

gente, le parole sono evocative oltre il significato intrinseco: così funziona la creatività.... :) grazie a tutti!

Anonimo ha detto...

insomma... ti sei dato alla letteratura omosessuale.
luciano er califfo.

theyogi ha detto...

Gogo è una cara amica, ma se anche fosse...? :)

Black Knight ha detto...

E' la runner che abbiamo incontrato a fine corsa ed alla quale avevi promesso una recensione?
Mi raccomando preparati per la Roma - Ostia che mi devi trainare ancora una volta!
P.S.: Ho postato altre foto della 14 km.

theyogi ha detto...

proprio lei... alla faccia che memoria! :) se partiamo insieme volentieri: non sarei iscritto.....

Vaniglia ha detto...

...La spunta più cara alla mia lista delle tante cose da fare...
Ma questa frase mi piace da matti!

Master Runners ha detto...

Ok, me lo racconti domani, che stasera è quasi tardi e ciò quasi sonno! :)
Mi piacciono sti post che esulano dal 'resto'

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

articoli recenti