01 marzo 2012

Memorie di un'Egizia

non è un libro facile, certo - una mente aperta e anarcoide resta indispensabile - ma come sempre, quando ci si libera dal preconcetto, lo stupore ripaga copiosamente dello sforzo.....

"L'autrice [...] racconta come prese coscienza d'una vita precedente, svoltasi più di 6000 anni fa nell'antico egitto, ove ancora regnava un faraone (suo padre, ndr) appartenente al popolo dal cranio allungato, depositario di tutte le conoscenze di atlantide."

Le generazioni future comprenderanno poco o nulla di ciò che rimarrà della nostra cultura; ad esempio, si chiederanno come abbiamo potuto rendere la superficie delle pietre più dure così perfettamente liscia, al punto che, fra esse, non passi neppure un capello; si chiederanno come i nostri "schiavi" abbiano potuto raggiungere tanta precisione con le sole mani. I figli degli uomini, riducendo i loro simili in schiavitù, penseranno che anche noi facessimo altrettanto, e per migliaia di anni non passerà loro neppure per il capo che smaterializziamo semplicemente la parte superflua della pietra riuscendo, senza il minimo sforzo fisico, ad ottenere esattamente ciò che vogliamo dalle pietre e dalle rocce più dure. [...] Il limite fra la religione e la scienza si cancellerà, giacché gli uomini scopriranno che tutto, compresa la materia, è un movimento ondulatorio, e che fra le manifestazioni dello spirito e quelle della materia esistono soltanto differenze di frequenza, perché tutto, nella sua essenza, è la manifestazione della fonte originaria e unica di tutte le energie....

27 commenti:

kaiale ha detto...

letture impegantive...dopo venerdi scorso ho deciso di prendermi 2 settimane di stop da studio e/o letture troppo impegnative...morale...leggo correre

Hal78 ha detto...

Troppe implicazioni metafisiche e derive trascendentali per un animo materialista. Appena stacco i piedi da sta terraccia saccheggerò i tuoi consigli.
Ciao Yo!

MauroB2R ha detto...

Me lo segno!
ps: sto leggendo l'ultimo di trabucchi, semplice e interessante. davvero.

Fatdaddy ha detto...

Diceva Berto Einstein, "la mente è come un paracadute, funziona se la si tiene aperta". ;-)

Luca "Ginko" ha detto...

Mi chiedo tu dove l'abbia scovato.. come Mauro ho appena terminato Tabucchi ora mi stò leggendo in inglese un libro sulla maratona di Pfitzinger dopo di qeusto cambio argomento altrimenti divento mono discorsivo. Al cantinone ci farai il riassunto? :-)

squonimo ha detto...

Tu non stai bene ;-)

Master Runners ha detto...

Le opere antiche sono belle e misteriose, ma anche fatte col sangue di tanti poveri uomini donne e bambini.
Le ho viste sempre con ammirazione e nausea

theyogi ha detto...

kaiale, affatto — scorre via che è una bellezza, se ami il genere....

hal, caschi male, studio da santo ma senza profitto! sono un ripetente impenitente....

mauro, è un must nel suo genere, roba da veri ricercatori....

fat, ecco perché prendo tutte ste capocciate, li mortè.... :D

ginko, sono i libri che trovano noi! per questo niente riassunto, nel caso verrà da sé... ;)

squo, c'è del vero.... :)

master, verissimo se parli di cattedrali e affini — ma non le piramidi, evidentemente....

Master Runners ha detto...

Perchè le piramidi le hanno fatte dei lavoratori stipendiati dai faraoni?
Non ho mai visto geroglifici che parlano di smaterializzazione della pietra, ma di schiavi che trainavano blocchi ne è pieno l'egitto, e sembra ne andassero anche fieri di ciò

squonimo ha detto...

Oltretutto, pare, che gli schiavi venissero uccisi alla fine dell'opera per impedire che le piramidi stesse venissero saccheggiate da chi conoscesse i segreti di quei dedali mortuari!

Massimo ha detto...

Qualche anno fa mi appassionai ai libri di Graham Hancock scritti insieme a Bauval, poi passai al mito di Atlantide e i Maya e ne ho divorati di libri. Oggi mi incuriosisce l'Haarp....

Anonimo ha detto...

Pure io sto leggendo 'na mattonata, oltretutto incompiuta:

"Il Re Pallido" di David Foster Wallace.

Uomo troppo (troppo poco?) intelligente, troppo.


Francesca

arirun ha detto...

la tribù dal capo allungato...duro come la pietra...schiavo....sarà mica testo di sesso estremo

Oliver ha detto...

Cavolo, libro impegnativo eh? Pensa che fino ad aprile io devo studiare per la birra, che ho un esame da degustatore. Dalle stelle alle stalle... anzi ai beoni!

Diego ha detto...

Holaaa !!! (:o)

theyogi ha detto...

master, ma di che geroglifici parli? sfinge e piramidi hanno più di 20mila anni! la manovalanza è iniziata quando l'antica sapienza è andata perduta, dopo che l'egitto fu invaso dalle orde provenienti dall'asia minore — la storia che conosci (tutta!) e scritta per insabbiare le nostre vere origini...

theyogi ha detto...

squo, infatti.... 'pare'! le piramidi erano templi per l'iniziazione, solo molto in seguito sono divenute le tombe che conosciamo...

massi, haarp è un'arma in piena regola — più ne leggerai, più rimarrai esterrefatto...

franci, mi spiace, le mattonate capitano, forse dovresti provare qualcosa di diverso....

ari, puoi fare meglio di così: di crani allungati ne sono stati rinvenuti molti, anche in centro america.... ;)

olly, impegnativo solo se ti costringono con le minacce! :)) pure in egitto bevevano la birra, ma tiepida....

diego, hola tutankadiegone! ;D

La Polisportiva ha detto...

Che libro! veramente mi incuriosisce.

Tabelle per i 10K ce ne sono? Ok, ok, scherzavo! :-D

Marco Bucci ha detto...

Sarebbe interessante, ma ormai per quanto riguarda le letture sono tutte finalizzate all'Universita'...

theyogi ha detto...

poli, a modo loro sapevano tenersi in forma molto bene: sai condurre una biga trainata da leoni?

marcù, magari dopo il medioevo sentirai l'esigenza di andare più indietro.... :)

Anonimo ha detto...

Mi sa che hai ragione, ma...

"non è un libro facile, certo - una mente aperta e anarcoide resta indispensabile - ma come sempre, quando ci si libera dal preconcetto, lo stupore ripaga copiosamente dello sforzo....."

Lo penso (e spero) anche io.
Io, poi, più che una mente aperta e anarcoide ho un blocco di granito :-)

Francesca

Tosto ha detto...

cito: "Il limite fra la religione e la scienza si cancellerà, giacché gli uomini scopriranno che tutto, compresa la materia, è un movimento ondulatorio,"
che tutto sia un movimento ondulatorio non saprei, che la materia lo sia è già stato scoperto!

"e che fra le manifestazioni dello spirito e quelle della materia esistono soltanto differenze di frequenza, " mahhh!!!

"perché tutto, nella sua essenza, è la manifestazione della fonte originaria e unica di tutte le energie...."
qui mi sono perso! sono troppo concreto per perdermi in questa matafisica :)

theyogi ha detto...

franci, sarà, ma son proprio i tuoi tanti dubbi che ti fanno apparire più anarcoide di quanto tu stessa pensi di essere.... :)

tosto, ancora co sti mah? eppure sto testo (uno dei tanti) resetta millenni di superstizione e ignoranza — rimette l'uomo al centro dell'universo, restituendogli quella divinità che le religioni tutte gli hanno sottratto per renderlo succube e spaventato... cazzo!

Tosto ha detto...

eh he he
che te stai a incazzà :)
me piace pungolarti un po'!

theyogi ha detto...

hehe, ma dai, stavo a scherzà! atlantide non è mai esistita, gli alieni sono fantascienza, le piramidi sono state costruite a mano 2500 anni fa, la fisica quantistica è solo accademia, la tav porterà benessere e monti salverà l'italia — è tutto come ti raccontano, non esiste altro oltre ciò che puoi vedere e toccare, tranquillo...................... ;)

RUNLIKETHEWIND ha detto...

Stò leggendo il terzo di Covacich, l'autore di A Perdifiato, le letture impegnative mi affascinano, le mentalità anarcoidi..beh lo sai che non posso sbilanciarmi ma...dove lo trovo? A livello musicali cose tipo CCCP, CSI e simili ti piacciono?

theyogi ha detto...

mau, nelle peggiori librerie della tua città e non solo...! :D
lasciamo i luoghi comuni alla carta stampata, gli anarchici veri sono pacifisti e amano tutta la buona musica (adesso mi ispira il chillout) .... ;)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

articoli recenti