27 ottobre 2011

come ogni sera resto solo (yò temerario)


portar fuori Luna di sera, per l'ultima passeggiatina, è forse il momento della giornata che preferisco; lei si lascia condurre docile, annusando ovunque, curiosa, nessun guinzaglio e tanta fiducia — così anch'io, devotamente alzo gli occhi al cielo e mi lascio rapire, seguendo un pensiero che sfugge...
sarà che avanzare nel silenzio, da solo, mi mette in contatto con la mia parte più profonda, guardo a quell'abisso e il passato sembra svanirvi — il buio non è mai stato così rassicurante: miliardi di stelle raccontano di sé, voci partite da profondità insondabili, distanti tra loro anni luce che invece noi (qui e adesso) percepiamo simultaneamente.... la verità è un'esperienza soggettiva compresa attraverso una relatività personale; un'analogia col nostro piccolo quotidiano di tale bellezza da farmi vacillare!

e mi tornano in mente le parole di quel film: ho passato la vita guardando e cercando pianeti invisibili; mi è successo di vedere cose che non posso descrivere, ma non c'è nulla che sia paragonabile al cielo (di notte) visto dal sahara.
entro questo mese avrei dovuto formalizzare l'iscrizione alla 100km del sahara: è un qualcosa che 'deve' essere fatto, il mio viaggio laggiù è solo rimandato....

30 commenti:

Oliver ha detto...

La notte ha una magia tutta sua, che ho sempre amato, è intima. Il sahara deve essere, e lo sarà. Anche a me hanno tanto parlato del cielo stellato africano. Sarà anche per me, prima o poi.

kaiale ha detto...

c'è tempo per ogni cosa, forse non è il momento giusto :)

doublea ha detto...

ti quoto: 100km del sahara: è un qualcosa che 'deve' essere fatto, il mio viaggio laggiù è solo rimandato....
... anche il mio
sto meditando anch'io di ... affezionarmi a un quadrupede, ma non ditelo ai miei figli, altrimenti già domani arriva...
buone meditazioni, a quest'ora
agnese

GIAN CARLO ha detto...

Spesso il problema di questo mondo è che non ti lascia mai veramente solo

teo ha detto...

Il cielo dell'africa ha colori particolari e diversi...il nostro, almeno qui da me, sempre lo stesso azzurrino sbiadito condito da scie chimiche...mannaggia!
ciao Yo...gran bel post!

madfatdaddy ha detto...

Ah che bel post!
Mi piace pensare che se Sahara per quest'anno a venire non è stato è perchè non era il momento.
Momento che verrà!
Anche per me, un futuro molto futuro..

Ciccò ha detto...

verità soggettiva?...mumble, mumble...
Se tanto ti da tanto il mare di Roma, pensa cosa dev'essere qualcosa di più "natura". O magari anche no. Forse la notte è notte.
La verità è soggettiva...
mumble, mumble

Karim ha detto...

Io l'ho visto il cielo stellato del Sahara, ero in Mauritania per lavoro a caccia di cavalette, abbiamo passato la notte nel deserto ed mi ricordo che siamo rimasti diverso tempo sulle brande a guardare le stelle. Viaggio spettacolare. La notte successiva, abbiamo dormito in un'oasi insieme alle migliaia di lucciole (gli insetti purtroppo)...

Tosto ha detto...

Marco, sono in sintonia con te!

MauroB2R ha detto...

Ho avuto la fortuna di vedere il cielo stellato dal Sahara ed è qualcosa che mai scorderò..finora solo la death valley ha avuto su di me lo stesso impatto..

"la verità è un'esperienza soggettiva compresa attraverso una relatività personale"

come sai non condivido..la verità per me è una sola, accesso/spento, bianco/nero. Qualcosa di oggettivo e non di personale.
Ma chissenefrega poi no??
Corri yogi, corri!!

Kikko ha detto...

Ciao Yò,tempo fa mi hai scritto che se scenderò sotto le 3 ore a NY entrerò nell'Olimpo...ecco se tu correrai la 100km del Sahara quello sarà l'Olimpo!
Gran bel post...ciao caro.

lello ha detto...

il viaggio nel sahara e' solo rimandato .. corri yo corri uomo...

Diego ha detto...

Tranquillo vecio sei ancora giovane, il tempo non manca...(;-)...

alina ha detto...

il cielo del shara di notte è lo stesso di casa ma vissuto in un contesto come la 100km è emozionante... io rimando la namibia.. arriverà con il shara..

Marco Bucci ha detto...

..distanze infinite... se pensi che sicuramente le luci delle stelle che vedi sono un' immagine di centinaia e migliaia di anni fa e nel frattempo che qualcuna e' estinta, ti rendi conto dell'effimero che siamo, e di quanto siano patetici certi personaggi che si credono d'essere 'sto "coso" intinto all'olio...!!

arirun ha detto...

la lista dei sognatori si allunga..speriamo I maya si sbaglino perché pure il sottoscritto abbandona per impegno lavorativo nel periodo della kermesse la magia x questa volta me l hai regalata tu...con luna e le stelle

Black Knight ha detto...

intanto potresti andare a goderti le magiche notti del deserto da turista. Io l'ho fatto e non vedo l'ora di tornarci.
Ma anche il cielo stellato delle nostre parti, soprattutto se goduto in buona compagnia (es. Luna), non è poi da disprezzare. Ricordo ancora mio nonno, vecchio marinaio genovese, cha da bambino mi elencava, indicandomele. tutti i nomi delle stelle e rimpiangeva i mari del sud che a suo dire avevano un firmamento ancor più affascinante. La maratona delle Hawaii???? E' solo un'idea ma parliamone.

Anonimo ha detto...

guardo il cielo stallato e penso: "la cometa elenin è passata ma yogi è ancora vivo"...
se tutto è soggettivo, anche la soggettività è soggettiva, ma allora c'è qualcosa di oggettivo.
p.s. se vai nel sahara, attento a quelli del CNT (capisc'a'mme).
luciano er califfo.

Luca "Ginko" ha detto...

Mi spiace perché sapevo che ci tenevi a farla quella corsa. Chissà forse quando deciderai di farla ti farò compagnia :-)

theyogi ha detto...

che splendida coorte siete! grazie a tutti, anche a chi viaggia per altre vie.... nessuno che però mi abbia cantato: OH OH OH OH OH.... :))

giovanni56 ha detto...

Sono gli inquinamenti che ci rovinano, atmosferico e luminoso nello specifico. Allontanandoci da questi si scopre un'altro mondo, io le nebulose le ho scoperte in Polinesia.

Il buio totale non esiste, finché gli occhi rimangono aperti.

Pimpe ha detto...

mi viene in mente il pastore errante dell' asia... ;-)

certo che a spasso con LUNA a veder le Stelle, il cerchio cosmico e' bello che fatto.. ;-)

cmq ti assicuro che certe notti a gennaio il cielo e' cosi' stellato e limpido che sembra di star nel deserto ;-)

Anna LA MARATONETA ha detto...

Stupendo...L'uomo è due uomini contemporaneamente: solo che uno è sveglio nelle tenebre e l'altro dorme nella luce.

Anna LA MARATONETA ha detto...

...Vale anche per il Sahara, sai...

Massimo ha detto...

Ho letto e mi hai rilassato....

Anna LA MARATONETA ha detto...

Il nostro Yogi è uomo colto...

theyogi ha detto...

anna, 'cultura' proprio non mi si addice (specie dopo quella tua citazione): conosco gli uomini perché sono uno di loro......

Il Drugo ha detto...

Il cielo stellato sopra ad un deserto dev'essere qualcosa che toglie il fiato. Ne ho provato un assaggio in qualche notte stellata nel silenzio dei monti e già quello toglieva il fiato.

ciro foster ha detto...

PROVA.....

ciro foster ha detto...

aH, RI-FUNZIONA!Ciao Yò, ci facciamo un pensierino al Sahara?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

articoli recenti