15 settembre 2011

le mia lunga corsa, il discorso su le nuvole e poi un buon caffè (te lo dovevo)!



lasciare che il running scandisca le mie giornate sarebbe come ammettere di non avere niente di meglio da fare, ma tant'è che sempre più spesso capita di sentirmi come sradicato, quasi assente, con la mente a quel che sto facendo e in qualunque altro posto, per cui correre e scriverne diventa anche il modo per mettere ordine nel coacervo dei pensieri....

non so te, ma niente mi corrisponde più con la valenza di un tempo: idee, parole, abitudini che sino a ieri han costituito le mie fragili fondamenta pian piano si disgregano sotto il fuoco implacabile di un avversario che nemmeno sembra odiarmi, lasciandomi strabiliato e completamente senza riferimenti; ci perderebbe la testa anche il meno lungimirante di noi....

poi la tregua, quando stanco e sudato mi tolgo le scarpette; forse si continua solo per questo piccolo grande momento - anzi - per le mille altre cose che non saprei come esprimere lascio la parola a chi ha saputo farlo con la poesia che gli è consona, dando voce anche alla mia debolezza. oh, era il 1990....

ps. a caccia del certificato da rinnovare per la garetta che vorrei fare Dom prox: d'accordo che me n'ero scordato (appunto), ma quanto c'hanno da fa' sti medici sportivi?!

30 commenti:

Ciccò ha detto...

- prima corri e poi scrivi?
- scrivi e dopo corri?
- corri scrivendo?

...c'è ancora tanto caldo...

Emiliano ha detto...

Ho prenotato 20 giorni fa al CMDS ( centro medicina dello sport).
Ho dovuto insistere per anticipare al 19 settembre la visita di rinnovo ,altrimenti andavamo ai primi di ottobre....e tutto per una pisciatina e un giretto in cyclette!!!!!!!!!!!
Ciao.

Pimpe ha detto...

;-)))) fai anche il bollino blu ?

web runner ha detto...

Grande poesia. Purissima.

Tosto ha detto...

la so a memoria!
a proposito se vuoi io sforno certificati su misura :)

MauroB2R ha detto...

per te come per me...la corsa è un pò una redenzione, la sensazione di caldo appena fermi e poi la doccia fresca ripagano di tante fatiche...orsù sempre a testa alta dobbiamo andare!

Master Runners ha detto...

Cosa ricorre per la precisione?
...la scadenza del certificato?
A Monterotondo so tutti liberi, giusto perchè è un pò fuorimano

O, ma che la foto nell'header l'hai ritoccata col fotosciop?? Stai secco fratè!!!!

giovanni56 ha detto...

azz... mi leggi nel pensiero? Quando "niente corrisponde più..." è arrivato il momento di cambiare.

Anna LA MARATONETA ha detto...

Corri e scrivi molto bene. Sei una persona profonda e la corsa nn e' che una cornice ai tuoi pensieri. E bel tributo a De' Andre': quella canzone e' uno spaccato...

doublea ha detto...

poi la tregua, quando stanco e sudato mi tolgo le scarpette; forse si continua solo per questo piccolo grande momento - UNA SINTESI ECCEZIONALE, grande Yogi, grande motivazione... grazie (e non sono ironica, anzi...)
buone corse.... (roma-ostia... chissà...)

CHICO68 ha detto...

Bella la foto di Ostia, mi sembri "tirato" a nuovo...

Lucky73 ha detto...

Ho la fortuna di correre spesso con un medico, ho appena rinnovato la visita ...glielo chiedo la mattina e il pomeriggio son già sul lettino :))

theyogi ha detto...

beh, che dire... quando stai andando a tentoni è confortante sentire anche solo una mano che ti sfiori appena la spalla. mi sento in famiglia....

GIAN CARLO ha detto...

Chi è abituato a viaggiare a tentoni in questo mare ci sguazza... per me sarebbe dura, ma tu hai antenne e risorse artistiche che ti permettono questo e altro.
PS
Sarò costretto ad indire la cena dei Blogtrotters nel giorno che avresti volentieri evitato... non me ne volere e ...se ti svegli con la luna(non quella a 4 zampe) dritta vieni !

bressdicorsa ha detto...

un bel connubbio vorticoso correre e scrivere che male non fa ne a te ne a tutti quelli che amano questo blog!

arirun ha detto...

mi ritrovo nel senso di vuoto che scrivi di provare ma senza bassi non ci sarebbero nemmeno gli alti (politica a parte) e se la meta fosse sempre scontata dove sarebbe il gusto di partire verso l ignoto..poi il caffè

arirun ha detto...

credo tocchi davvero a te a sto giro:)

arirun ha detto...

mi ritrovo nel senso di vuoto che scrivi di provare ma senza bassi non ci sarebbero nemmeno gli alti (politica a parte) e se la meta fosse sempre scontata dove sarebbe il gusto di partire verso l ignoto..poi il caffè

Marco Bucci ha detto...

Mi disarmi con le profondita' di De Andre'...
C'e' poco da replicare; solo di dirti, che il tuo passo sia piu' lieve allora...

Massimo ha detto...

Profondo e sottile il De Andrè degli anni 80, una canzone di cui, non credo,tutti abbiano afferrato il vero senso....

Ti vedo più asciutto ed è un buon segno, vorrà dire che a Napoli mi devo mettere in scia.

theyogi ha detto...

janco, come dicevo sarebbe una forzatura, ma credo nella buona volontà e resto fiducioso....

bress, connubio più che mai indispensabile in questo frangente, e il senso di appartenenza riesce a fare il resto....

ari, e se fossero quegli alti e bassi le distrazioni da limare? magari la via del nirvana è proprio questa.....

marcù, è quando le parole non bastano che arrivano quelli come lui.... :)

massi, io ci punto tutta la stagione, ma più facilmente ci vedremo all'arrivo! ;) sarà cmq un bel successo....

monica ha detto...

A me é ormai un paio d'anni che non mi corrisponde più niente, che mi ritrovo lungo una strada sconosciuta senza indicazioni. E invece d'allungare una mano e sentire carezze sulle spalle, mi sono chiusa un po' in me stessa. É strano come in questi anni la mente e il fisico andassero insieme, a braccetto...per fortuna tutto si supera e chissà che non si torni a nuove corrispondenze.

Un bacio yo!!

Adriano Maini ha detto...

Un buon caffé rimedia tante cose ...

theyogi ha detto...

moni, questo spiegherebbe perché sbagli ind. email... ;)) seriamente, certi avvenimenti sembrano capitare proprio quando sei più vulnerabile, e forse per questo riescono a scuoterti da un torpore che sarebbe probabilmente peggio...

adriano, già, può essere un ottimo viatico....

Black Knight ha detto...

Un'altra copertina, bella anche questa.
E che è questo pessimismo cosmico oggi?
Come si è conclusa la caccia al certificato?

theyogi ha detto...

black, che sincronismo, arrivo adesso dal tuo sito... :) nessun pessimismo, anzi, epurazione profonda!
no comment.... :(

mjaVale ha detto...

1990! tanto tempo fa, come mi riporti a un periodo e sensazioni dimenticate...
la corsa e la vita son fatte di momenti di entusiasmo ma anche di routine nelle quali ci ritroviamo: un cambiamento o un "passaggio" possono destabilizzare, ma è un progresso verso il domani.
buone corse yo ;-)

Black Knight ha detto...

Allora, ci si vede a Grosseto domenica prossima?
Io, Giorgio e Massimo (i 3 da CV) abbiamo deciso di correrla insieme lentamente come allenamento per la maratona. Quindi non contare su di noi per battere il record personale sulla distanza.

Luca "Ginko" ha detto...

Azz mel 1990 giocavo a pallone e odiavo i giri di campo da fare di corsa.. come cambiano i tempi è?
Ti sento un po' giù di morale o snaglio?
Settimana scorsa sono stato nella tua città per lavoro. Finalmente l'ho visitata un pochino: stupenda!

theyogi ha detto...

vale, anzi, sono persino auspicabili, dico io! guai a perdere il treno per tenersi il calesse....

black, sorry regà, c'ho l'agenda piena (vedi elenco a dx)... dovrete fare a meno della mia forza distruttiva! :D

ginko, macché, solo la mia dose mensile di catarsi... stiamo tornando a casa, fratello! :)) se passi anche da ostia chiamami...

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

articoli recenti