21 agosto 2009

'La ricerca della felicità'

La mente è resa ottusa dal peso della conoscenza. Una mente diviene ottusa per colpa del passato e del futuro. Solo una mente che è in grado di adattarsi al presente, continuamente, istante per istante, può rispondere alle potenti influenze e alle pressioni esercitate su di noi dall'ambiente che ci circonda.
Krishnamurti

30 commenti:

Fatdaddy ha detto...

Ma quanto è vero.
Quanto del nostro tempo è speso a provare rimorsi, rimpianti o nostalgie di azioni passate? Quanto è speso in fantasie su quello che riguarda un futuro a noi non noto?
Quanto poco viviamo il presente?

Le uniche persone che vivono con pienezza e gioia il presente sono le (poche) persone consapevoli ed i bambini, che infatti sono delle menti eccelse. Poi purtroppo si cresce...

er Moro ha detto...

La mente è resa ottusa dal peso della conoscenza. Una mente diviene ottusa per colpa del passato e del futuro. = "Beata la 'gnuranza, si stae bene de mente, de core e de panza"
Nn penso di essermi allargato con l'accostamento, che forse è vero ma che mette tanta tristezza! :(

stoppre ha detto...

anche se ha un nome meno affascinante, enzo bianchi, priore di biella, dice più o meno le stesse cose e a mio avviso (forse )più adatte ad un occidentale, non come caratteristica ideologica, ma posto di nascita.

Barby ha detto...

E' proprio vero.
Trovo che sia difficilissimo riuscire a non farsi condizionare dal proprio passato, d'altronde le nostre caratteristiche derivano soprattutto da quello che è successo nella nostra vita..come si fa a non pensarci?
E per il futuro..beh, io ci penso in continuazione, non riesco a farne a meno, e mi rendo conto che spesso non fa bene.
Mi sto convincendo che a volte pensare un pò meno farebbe solo bene...
Per quanto mi riguarda, mi ci vorranno mooolti anni prima che riesca a farlo:)

Anonimo ha detto...

bah!
in questo passo ci sono almeno 15 contraddizioni logiche e 12 inesattezze semantiche, più qualche falsità scientifica.
solo parole... sarebbe troppo lungo entrare in particolari e a me non mi va di evangelizzare nessuno, a meno che non mi paghino.
luciano er califfo (quello che UN POCHINO al presente c'ha pensato).

Fabiano Bonomini ha detto...

ANke il film che è omonimo con WIl Smith è spettaoclare te lo consiglio viavemtne

Marco Bucci ha detto...

Condivido in parte te ed in parte il Califfone...

"saggio e' colui che piu' sa e piu' si rende conto di non sapere..." (Socrate)

stoppre ha detto...

x barby : non per scoraggiarti, però più passano gli anni e più diventa complicato, però si è molto più forti di solito, quindi vivi l'oggi che del domani non v'è certezza e il passato è passato e no esiste più.

x er califfo : non hai detto un cazzzo... eppure ti danno anche ragione, moh ;-))

the yogi ha detto...

gente, è un caso, questo, dove ogni commento (del commento) risulta davvero superfluo..... ognuno ha un proprio metro che permette la valutazione che gli è più consona.... certo, non posso fare a meno di constatare che:
a-passiamo la vita ad aspettare sempre qualcosa, come se il 'meglio' dovesse ancora venire, ma spesso il meglio è già passato e non ce ne siamo accorti....
b-la 'logica' è una stampella che aiuta sino ad un certo punto (se non si è scacchisti, ed io lo sono stato....), poi diventa solo d'intralcio.... una mente 'analogica' invece, riesce a trascendere/collimare le dicotomie sino a fondere osservatore ed osservato....
c-siete una fonte preziosa....

stoppre ha detto...

d: non ho capito un cazzo !!

stoppre ha detto...

e : secondo me er califfo più che logica, ha una mente anal !!
luciano..ti voglio bene !!!

the yogi ha detto...

mau, tuo malgrado fai parte della 'c'.... è chi dice il contrario deve vedersela col sottoscritto! PCIU'
ps. secondo me ci fai..... ;))

stoppre ha detto...

f : niente da dire

g : ovvero punto g, è li che volevo arrivare !!!
la punto g(t) va veramente forte !!
Ti ringrazio, però pur avendo visto, vissuto e sbagliato molto, sono ancora nella fase in cui sto cercando di capire e non è facile.
A volte mi chiedo chi sono e chi sono stato, paradossalmente questa risposta non me la do io, bensi le persone che mi conoscono e mi stanno vicino, questo mi consola.
Tu starai pensando che sono pazzo, io penso che ai giorni nostri, solo uno stupido può restare sano di mente ( the ark : it takes a fool to remain sane )

the yogi ha detto...

la felicità è come il punto G: tutti ne parlano ma nessuno sa cos'è/dov'è....! me l'hai suggerita tu :))
no mau, io non penso nulla... mi limito a constatare che anche tu hai molte domande senza risposta.... e non perderci il senno è già molto!

stoppre ha detto...

Ti amo, anche se non hai il punto g

Anonimo ha detto...

...dimenticavo: è anche estremamente banale. e oggi più sei banale e più becchi topa e soldi.

stoppre: il punto g non esiste.

yogi: mi piacciono queste tue iniziative, mo' ti mando qualche aforisma interessante, lo pubblichi e vediamo i commenti.
er califfo.

Anonimo ha detto...

solo piccoli esempi di analisi logico-semantica:
1)"ottusa": termine senza significato, ognuno lo definisce come gli pare.
2)"colpa": termine senza significato inventato dalle religioni, esistono cause, non colpe.
3)"adattarsi": tutti, sempre, costantemente ci adattiamo alla dialettica tra la nostra biologia e l'ambiente, è automatico, inconscio.
4)"la mente è resa ottusa dal peso della conoscenza": ma lui, dicendo questo, ci comunica una conoscenza; se fosse coerente con ciò che dice dovrebbe solo che stare zitto.
mi fermo qui.
krishnamurti vendeva aria, propinava ai freak americani borghesissimi banalità senza contenuto, proprio ciò che il suo pubblico occidentale voleva sentire per alimentare le proprie menti dalle capacità razionali disattivate. sostituiva il nulla cristiano con un altro nulla.
noi SIAMO il nostro passato e la conoscenza è una facoltà biologica della specie.
luciano er califfo.

MB ha detto...

Come insegnava Bruce Lee, anch'egli fortemente influenzato da alcuni pensieri di Krishnamurti: ''La mente è come uno specchio che accoglie tutto e non trattiene niente". ;)

Tosto ha detto...

La mente è resa ottusa dal peso della conoscenza!!! mmmm

Non conosco krishnamurti ma non mi sembra di essermi perso niente.

Concordo in tutto col Califfo ... :(

the yogi ha detto...

troppi limiti... la semantica, da sola, resta un esercizio per la mente, non va oltre l'apparenza delle cose.... la stessa differenza che c'è tra giornalismo e immaginazione, descrizione e creatività, copisti e artisti, ecc.... nessuno ha la verità in tasca: K, che cmq resta solo un pretesto per discuterne, conosce molto bene questi limiti, come anche la differenza tra 'responsabilità' e 'sensi di colpa'..... questione di sensibilità, si potrebbe dire: vibrando a frequenze diverse ognuno coglie le vibrazioni che sono di sua pertinenza (come i numeri primi nella teoria delle stringhe).....
lucià, manda pure....

stoppre ha detto...

si noi siamo il nostro passato che ci condizionare spesso, a volte troppo, però in alcuni casi, bisogna proprio lasciarselo alle spalle il passato, altrimenti le persone non avrebbero mai una seconda occasione o non avrebbero motivo di cercare di migliorarsi.
un drogato, un lcolista, una prrostituta, un galeotto a volte riescono a diventare degli ex e cercare una " nuova vita ", pur avendo questo brutto passato.
non dobbiamo dimenticare da dove veniamo e come abbiamo vissuto, però ieri è già passato, oggi cerco di viverlo al meglio che posso oggi e domani si vedrà !!

the yogi ha detto...

vedo che l'argomento t'appassiona.... :)
proprio così: noi siamo (anche) il nostro passato, ma non dovremmo farcene imprigionare: il budda raccomanderebbe 'un consapevole distacco......' lo so, può essere più facile camminare sull'acqua!
ps. per mente 'ottusa' si intende 'offuscata'.....

Tosto ha detto...

Il fatto di essere razionali non implica il non riconoscere che non siamo in grado di dare tutte le risposte.
Ma la filosofia magari non è lo strumento più adatto a darle.
Qualcuno potrebbe obiettare neppure la scienza.
cmq la scienza ci va più vicino, la filosofia da spazio a troppe interpretazioni personali, io stesso ne ho date più d'una rileggendo il brano.

the yogi ha detto...

nessuno è in grado di dare risposte, a meno di non essere 'la' risposta.... possiamo solo avvicinarci per approssimazione, come per una fiaba raccontata ai bambini..... e se posso: leggilo tutto il libro ;)

Anonimo ha detto...

non avete capito: il passato ci condiziona NECESSARIAMENTE, anche chi cambia rispetto a un qualche passato lo fa perchè nel suo passato ha anche qualcosa che oggi gli permette di cambiare. sono processi inconsci, automatici. per cui il discorso del santone è della massima superficialità e banalità, vi rendete conto che dice ciò che tutti vorrebbero sentire?
la semantica non è un esercizio, è legare una parola a un oggetto. se uno usa una parola che può essere legata a 500 oggetti non si capisce più niente e secondo me lo fa per avere sempre ragione e accontentare tutti.
questa non è neanche filosofia, è OFFUSCAMENTO puro.
er califfo.

Anonimo ha detto...

questo è il solito discorso di tutte le religioni contro la "conoscenza" (anche quella biblica!), elogio della follia, del cretinismo.
paolo di tarso (l'epilettoide fulminato sulla via di damasco) diceva le stesse cose.
luciano er califfo.

stoppre ha detto...

Tutto vero e sensato, come vero che credendo davvero in qualcosa, fosse anche un " offuscato " ottimismo per il futuro, non si sa come, condiziona quasi sempre in positivo gli eventi( non sono un new age, giuro ).
Personalmente in almeno 3 circostaze della mia vita mi sono trovato nella merda vera, anche per colpa mia preciso, però alla fine , vuoi per un colpo di cu.. ehm fortuna o vuoi per un aiuto " divino ", mi sono sempre tirato fuori, riprendendomi alla grande, pur con grosse cicatrici.
probabilmente il fatto di lottare, cercare e volere davvero qualcosa di migliore, inconsciamente condiziona le azioni che ci portano a fare il meglio per noi ( scienza ), oppure c'è veramente la mano de dios ( religione ).
Se penso giornalmente alla mia vita, posso ritenermi davvero sereno con sprazzi di felicità; se penso alla mia vita relazionandola al futuro, sono ottimista,eppure il " non sapere assoluto" a volte mi crea malumore, tanto quella risposta non ce l'avrò mai da vivo, quindi visto che voglio vivere e possibilmente alla grande, non ho fretta di avere risposte !!

the yogi ha detto...

''Più diventa tutto inutile
e più credi che sia vero
e il giorno della Fine
non ti servirà l'Inglese.
...E sulle Biciclette verso casa,
la Vita ci sfiorò
ma il Re del Mondo
ci tiene prigioniero il Cuore.''
ognuno deve bruciare nel fuoco delle proprie passioni: per come la vede il poeta saremmo quindi tutti sulla buona strada.... :)

MB ha detto...

Molto bello l'header con te alla Maratona di Berlino! Hai la faccia concentrata di uno che va a bombazza! ;)

the yogi ha detto...

mb, sarebbe la mezza cmq, si, andavo piuttosto bene :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

articoli recenti